Amico NAO

 

Quando programmare un robot è un gioco da ragazzi e si può fare con l'utilizzo della voce.

 

Saranno giovani di tutte le età, adulti e anziani che alla RomeCup 2013, l'eccellenza della Robotica a Roma, guideranno i robot NAO con la loro voce. 

 

In che modo? Ce lo spiega in un'intervista telefonica Gabriele Randelli, post dottorando alDipartimento di Ingegneria informatica, automatica e gestionale "A. Ruberti"dell'Università Sapienza di Roma.

 

L'esibizione dei robot umanoidi si terrà in Campidoglio il 22 marzo in contemporanea con le finali delle competizioni e il Jobot Matching Day

 

Ascolta l'intervista