Cosa succede a RomeCup

Tra intelligenza artificiale, connessioni al sistema nervoso, cyborg, androidi, parti del corpo sostituibili come sta cambiando la nostra idea di “umano”? Come si sta trasformando il mercato del lavoro? Quali le opportunità professionali per i più giovani nell’industria 4.0? La convergenza di diverse discipline, dalla meccatronica e bionica alle neuroscienze e la medicina, sta portando alla realizzazione di sistemi sempre più perfetti in grado non solo di interagire e collaborare con l’uomo, ma anche di imitare i suoi comportamenti. I robot escono dalle fabbriche ed entrano nelle nostre case, negli ospedali, nelle sale operatorie, fino agli ambienti più ostili, dalle profondità marine alle macerie causate da un terremoto.

 

Ne parliamo con esperti internazionali alla RomeCup 2018, la manifestazione, promossa dalla Fondazione Mondo Digitale, quest'anno in collaborazione con l’Università Campus Bio-Medico di Roma, in programma dal 16 al 18 aprile presso l’Ateneo e in Campidoglio. Alla dodicesima edizione collaborano Lazio Innova (main partner), TIM, Olivetti, Enea, MSD Italia, Unindustria, Masmec e Inail. Tra i media partner Radio Rai 1 e Studenti. L’iniziativa è realizzata con il patrocinio di Roma Capitale, Assessorato Roma Semplice, Regione Lazio e Ambasciata americana in Italia.

 

Giunta alla sua dodicesima edizione, la RomeCup conferma la formula di successo del multi evento: area convegnistica con conferenze, talk interattivi e di orientamento per le scuole e contest creativi universitari; area espositiva con prototipi realizzati da studenti, centri di ricerca, università, aziende e startup; laboratori e competizioni di robotica con selezione delle squadre italiane che parteciperanno ai mondiali di robotica in Canada (Robocup Junior).

 

Per la prima volta, con il contributo dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, la RomeCup propone un focus su scienze della vita, robotica e innovazione, coinvolgendo la filiera produttiva delle bioscienze, uno dei comparti di eccellenza dell’economia laziale. In collaborazione con Lazio Innova, l’evento Strategy Digilife Workout coinvolge Pmi e grandi aziende, start up innovative, spin-off, università, centri di ricerca, ospedali, centri di cura e scuole in una sfida di open innovation per stimolare un dialogo creativo e strategico tra i diversi attori e mettere a fattor comune risorse ed eccellenze del settore.

 

Nel 2017 hanno partecipato alla RomeCup 142 team di studenti, provenienti da 16 regioni italiane e 2 paesi europei. Oltre 3.500 i visitatori dell’area espositiva e dei laboratori didattici. 25 i relatori che hanno animato conferenze, tavole rotonde e talk interattivi.

 

Per l’edizione 2018 sono previsti oltre 5.000 visitatori. All’iniziativa intervengono l’Università Sapienza di Roma, l’Università degli studi di Roma Tor Vergata e l’Istituto di Bio-Robotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. In connessione con la RomeCup 2018 i progetti Make:Learn:Share:Europe (Erasmus+), Mathisis (Horizon 2020) e Mix User Experience - MUX in collaborazione con il Palazzo delle Esposizioni.