Davide, l'allenatore

Nel 2014 a João Pessoa in Brasile tre diciottenni romani salgono sul podio conquistando il titolo di campioni del mondo nella programmazione dei robot calciatori. Sono Davide Aloisi, Lorenzo Di Donato e Simone Petrangeli, neo diplomati all’Itis Galileo Galilei di Roma.

Hanno vinto la RoboCup Junior nella categoria Soccer Open Weight Secondary. Una grandissima soddisfazione anche per i loro coach: Paolo Torda, Giampaolo Pucci e Beniamina Rauch.

Nella categoria Soccer Open Weight Secondary erano scese in campo 24 squadre, provenienti da 15 Paesi (6 europei), i migliori team nati tra i banchi delle scuole di ogni parte del mondo.

Il trio di studenti romani ha vinto schierando in campo Mida e Gordio, due robot costruiti nel 2012, ma modificati in continuazione, per migliorare le prestazioni in campo.

Davide Aloisi oggi è studente di Ingegneria informatica alla Sapienza Università di Roma e non ha perso la passione per i robot. Ora che per limiti di età non può più partecipare alla RomeCup e alla RoboCup Junior, Davide allena i team dei più giovani, condividendo le competenze sviluppate nei campi internazionali come ingegnere del software, perché era questo il suo ruolo nel team campione del mondo.

Nell’intervista realizzata da Fiametta Castagnini alla Palestra dell’Innovazione Davide racconta la sua partecipazione a tante edizioni della RomeCup e la nuova esperienza di tutor con i giovanissimi programmatori che si preparano per la decima edizione, nella capitale dal 16 al 18 marzo.