La scuola fa squadra

Tra i nuovi partecipanti alla Romecup 2018, l'eccellenza della robotica a Roma, c'è anche il team IRON dell'istituto di istruzione superiore “Amedeo Avogadro”, liceo e istituto tecnico, di Vercelli e Santhià, guidato dalla dirigente scolastica Paoletta Picco. Protagonisti di altri concorsi ed esperti di robotica, i ragazzi insieme ai professori coordinatori Luca Oliva e Luciano Bossola, hanno scelto quest'anno la manifestazione romana.

 

Il docente Luca Oliva, intervistato telefonicamente da Fiammetta Castagnini, ci racconta che cosa li ha spinti ad iscriversi alla RomeCup 2018: "Ci hanno colpito le immagini, veramente molto interessanti". Luca rende bene l'idea di un evento che cresce sempre di più. La collaborazione con le università romane e la mobilitazione delle best practice della robotica ha portato infatti il grande evento organizzato dalla Fondazione Mondo Digitale alla macroarea di ingegneria di Tor Vergata nel 2017 e all'Università Campus Bio-Medico di Roma dal 16 al 18 aprile 2018.

 

Incontreremo il team Iron, tra i 10 e i 25 ragazzi, nei campi di gara della categoria Rescue e nell'area dimostrativa, dove la scuola sarà presente con uno stand, che probabilmente sarà tra i più colorati e animati, perché i ragazzi e i quattro rof portano ben quattro prototipi:

  • Rover con braccio meccanico pilotato da una scheda Arduino Mega e da un sigle board computer (Raspberrypi3 con videocamera) e diverse funzioni
  • Braccio meccanico intelligente interfacciato con Raspberry in grado di riconoscere oggetti, intercettarli e memorizzare movimenti
  • Consolle game-vintage multiutente costituita da controller Arduino Mega con Display TFT 2.8 pollici (320x240 dpi) connessi a un pc
  • Cat-Robot camminatore multisensorizzato.

 

Ascolta "Il team Iron alla RomeCup 2018" su Spreaker.

 

La scorsa settimana Mirta Michilli e Alfonso Molina hanno presentato la RomeCup 2018 all'Università Campus Bio-Medico di Roma [vedi la notizia L'intellighenzia dei robot].