A Roma il raduno dei robot

Le scuole italiane protagoniste con 156 team in gara e 56 campioni olimpionici.

Focus sulla tecnologia al femminile con le donne geniali della robotica, in occasione del mese delle STEM, e su ricerca e sicurezza, dalla realtà virtuale ai droni. Con la RomeCup la Fondazione Mondo Digitale rilancia le campagne europee eSkills for Jobs 2016 e Get Online Week 2016.

Dal 16 al 18 marzo torna nella capitale la 10ª edizione della “RomeCup 2016, l’eccellenza della Robotica a Roma”, con la formula del multi evento: gare, laboratori, area dimostrativa, conferenza e talk. In gara 156 squadre provenienti dalle scuole di 17 regioni italiane con selezioni per i mondiali di robotica (RoboCup). Nell’area espositiva, allestita al Palalevante del Croce-Aleramo, 200 prototipi: 56 sono i “campioni robotici” selezionati per le Olimpiadi di Robotica, promosse dal Miur con la Fondazione Mondo Digitale. I vincitori saranno premiati a Parma il 24 maggio nell’ambito della Maifest, serata inaugurale della Fiera SPS IPC Drives Italia.

Secondo i dati dell’International Federation Robotics entro il 2018 saranno circa 1,3 milioni i robot che entreranno nelle fabbriche di tutto il mondo. Ma è la robotica di servizio a registrare la crescita più significativa, settore che la RomeCup segue da sempre con particolare interesse per le ricadute inclusive sulle categorie più fragili, come anziani e persone con disabilità. Entro il 2018 circa 35 milioni di robot di servizio saranno acquistati per uso personale, con enormi opportunità di crescita e nuovi posti di lavoro “creati” dai robot per i giovani.

Alle start up che investono nella robotica di servizio, pari al 15 per cento delle imprese, è stato dedicato il focus dello scorso anno, che ritorna nella 10ª edizione con la conferenza di apertura dedicata alla “Robotica per lo sviluppo” (16 marzo, ore 10, Istituto Croce-Aleramo). Introduce Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, e intervengono Edvige Mastantuono, dirigente Miur, Emilia D’Aponte, dirigente scolastica, Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale, Arturo Baroncelli, manager Comau nel comitato esecutivo dell’Ifr e Stefano Franchi, direttore generale di Federmeccanica.

Tre donne geniali della robotica sono protagoniste del talk al femminile moderato dalla giornalista Rai Celia Regina Guimaraes: Barbara Mazzolai, coordinatrice del Centro di Micro–Bio robotica dell’ITT, Cecilia Laschi, professore associate di Bio Robotica, alla Scuola Sant'Anna di Pisa e Barbara Caputo, professore associato nel Dipartimento di Ingegneria informatica della Sapienza Università di Roma.

“Ricerca e innovazione: dalla realtà virtuale ai droni” è il focus del secondo talk con il tenente colonnello Paolo Nurcis (Ministero della Difesa), il responsabile del Laboratorio di robotica dell’Enea, Claudio Moriconi, il professore Silvello Betti (Università Tor Vergata), e Nicola Formicola, startupper di Air Movie Lab.

Per raccontare alla RomeCup 2016 la storia di successo della robotica, asse di sviluppo strategico per le politiche di smart specialization, quest’anno è stata scelta una scuola alla periferia di Roma, l’istituto d’istruzione superiore Croce-Aleramo, in via Bardanzellu 7. Venerdì 18 marzo, alle 9.30, studenti e robot si spostano al centro di Roma, in Campidoglio, per le fasi finali delle competizioni e la cerimonia di premiazione, prevista per le 12.30.

La RomeCup è promossa dalla Fondazione Mondo Digitale con Miur, Città Educativa di Roma e Sapienza Università di Roma. Ha il supporto di Comau, Enea e Media Direct /Campus Store. Media partner è Dire Giovani. La RomeCup partecipa alle campagne europee eSkills for Jobs 2016 e Get Online Week 2016.