RomeCup 2012, premiati i vincitori

NELLA PROTOMOTECA SI E' CONCLUSA LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE. A NOVE SQUADRE UN ASSEGNO DI MILLE EURO

Al termine delle fasi finali delle gare, che si sono svolte oggi, 23 marzo, nel suggestivo scenario della Protomoteca in Campidoglio, sono stati consegnati i premi in denaro (mille euro), offerti da STMicroelectronics, ai team vincitori delle nove categorie in gara.

Le squadre vincitrici per categoria

Dance Primary: “Moulin Rouge” del Secondo Circolo didattico di Eboli (Salerno)

Dance Secondary: “Fermi… Dance” dell’ITIS E. Fermi di Roma

Rescue Primary: “Spoltore Insieme” dell’IC Dante Alighieri di Spoltore (Pescara)

Rescue Secondary: “Mecinfo” dell’ITIS A. Volta di Pescara

Explorer Junior: “Ronnie” dell’ITIS J. Von Neumann di Roma

Explorer Senior: “Suonato” dell’ITIS J. Von Neumann di Roma

Soccer Secondary Light Weight: SPQR Levis B degli ITIS G. Galilei e Von Neumann di Roma

Soccer Secondary Open League Field A: SPQR Magis A dell’ITIS J. Von Neumann di Roma

Soccer Secondary Open League Field B: SPQR Gravis A degli ITIS G. Galilei e J. Von Neumann di Roma

 
Le squadre sono state premiate da Luisa Fracassini, Continental Italy Sites Total Quality & Corporate Social Responsability Manager STMicroelectronics. Alle squadre vincitrici della Robocup Junior sono stati consegnati gli attestati da Nunzio Abbate, Automation, Robotics & Transportation Director, IMS Systems Lab, STMicroelectronics, e Eugenio Guglielmelli, direttore del Laboratorio di Robotica Biomedica presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma. Sono sei le scuole che andranno a giugno a Città del Messico per i mondiali di robotica: per la Dance il Secondo Circolo didattico di Eboli e per la categoria Soccer cinque istituti industriali, Von Neumann e Galilei di Roma, Piazza della Resistenza di Monterotondo (Roma), A. Rossi di Vicenza e L. Da Vinci di Arcidosso (Grosseto).
La 6ª edizione della RomeCup si è chiusa con uno straordinario successo di pubblico, soprattutto studenti e docenti: i giovani sono stati attratti non solo dalle gare ma anche dall’area espositiva con le eccellenze della robotica italiana, nel settore educativo e di servizio. Ai 16 laboratori hanno partecipato oltre duemila studenti.