Si conclude con la vittoria del progetto “Salamander” la prima tappa del Talent’s Tour promosso da Fondazione Mondo Digitale e Invitalia in collaborazione con Università degli Studi di Palermo, Consorzio ARCA e Camera di Commercio Palermo-Enna.

I Vincitori:

Il team Safety Environmental Engineering, composto dai professori Giuseppe Ragonese e Donatella Termini, ha ottenuto il punteggio più alto assegnato dalla giuria valutatrice. Il progetto presentato, Salamander, è un applicativo intelligente e automatico che protegge i pannelli solari. Il sistema, già oggetto di brevetto industriale, si propone di risolvere una molteplicità di problemi fra cui la prevenzione degli incidenti sul lavoro dovuti alla manutenzione, l’aumento dell’efficienza dei pannelli solari e l’aumento del product life cycle.

Il secondo posto è stato assegnato a un team di studenti provenienti dall’Università di Palermo, il team Dr. Robotnik, formato da Tiziana Currieri, Francesco Foderà e Giuseppe di Cristofaro, che ha presentato un robot destinato al mercato agricolo in grado di individuare, attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale e sensori, le necessità delle piante e adottare così le soluzioni più efficienti per la loro cura. Il progetto Bio Bot si pone quindi l’obiettivo di ridurre gli sprechi che derivano dal consumo di acqua e una migliorare la cura delle piante, intervenendo in un segmento produttivo ad alto impatto sui cambiamenti climatici.

Terzo posto per il team della 2038 Innovation company, brillantemente rappresentato da Paula Mantovanini che si è trovata ad affrontare la sfida individualmente a causa della febbre che ha fermato i suoi compagni. Il progetto 2 Bee IoT si rivolge al mercato dell’apicoltura. Si tratta di un sistema low cost destinato ad un settore delicato e in forte crescita, ma ancora privo di sistemi tecnologici in grado di migliorarne l’efficienza produttiva. 2 Bee IoT viene incontro alle esigenze degli apicoltori proponendosi di migliorarne il lavoro in termini di gestione del tempi e di controllo sugli alveari.

Ringraziamenti speciali:

Menzione speciale anche per i restanti sette team che si sono messi in gioco con coraggio e con umiltà, partecipando con grande interesse e proattività alla giornata. GreenRobotics, Smart Island, ReVita Team, Eng. Co. Sys., S.G.C.S., Team Tino, Env Advisor Team. Studenti e docenti universitari, startupper e aziende hanno dato vita a un simposio di idee sui temi del cambiamento climatico che fa ben sperare per il futuro.

La classifica finale:

GRADUATORIA PITCH HACKATHON “AI & ROBOTICS FOR CLIMATE CHANGE” PALERMO 30 GENNAIO

#

NOME PROPOSTA

1

SALAMANDER

2

BIO BOT

3

2 BEE I.o.T.

4

SMART ISLAND

5

SISTEMA ROBOTICO AUTONOMO PER LE ISOLE ECOLOGICHE

6

SMART GARBAGE COLLECTION SYSTEM

7

RE VITA

8

GREEN COPTER

9

ENV ADVISOR

10

ENG. CO. SYS.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *